Bipolarita’. Tutti per uno, uno per tutti.

Il disturbo bipolare è fatto di oscillazioni dell’umore, spesso imprevedibili, che toccano i due estremi: l’euforia e la depressione. Uno stato mentale che provoca forte sofferenza in chi ne soffre (soprattutto nella fase depressiva) e nella cerchia degli affetti più cari (soprattutto nella fase euforica). Carrie Fisher, la principessa Leila di Star Wars morta il 27 dicembre dopo un arresto cardiaco, ha convissuto con questo disturbo fin da giovane, la diagnosi è arrivata quando aveva 24 anni… FONTE: http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/16_dicembre_29/carrie-l-orgoglio-bipolarita-vivo-come-voi-ma-piu-velocemente-b83a5822-cda5-11e6-b7f4-62190597806c.shtml?google_editors_picks=true&refresh_ce-cp

_______

Di fatto malgrado gli sforzi e comunque i progressi delle neuro scienze per patologie minori, come; la depressione, disturbo bipolare, ecc.. che si sono susseguite in questi anni, poco si sa sulla genesi di questi disturbi. Certo e’ che se vogliamo vedere le cose solo ed unicamente da un aspetto biochimico, qualcosa accade nella nostra testa quando questi problemi insorgono. Sempre a cavallo tra il vedere l’uovo o la gallina, per alcuni tutto parte da una psiche particolarmente predisposta che fa da innesco al problema, per altri invece tutto sempre e’ roconducibile a carenze o eccesso di sostanze, per lo piu’ ormoni (serotonina, adrenalina, endorfina, ecc) che condizionano il nostro cervello. Nella pratica si tende a provare entrambi gli approcci (farmacologico e psicologico) visto che si e’ dimostrato che il pensiero condiziona la produzione di neurotrasmettitori. Ma e’ anche vero il contrario! Ad una persona mite ad esempio se gli somministro o stimolo la produzione di adrenalina sara’ agitato e ingestibile. Insomma, le cose non sono cosi semplici come in tanti (soprattutto chi non vive in prima persona queste sofferenze) vuole relegare alla tanto abusata parola ‘stress’. L’ importante secondo me e’ non accontentarsi di stare benino con la propria mente, e di trattarla come uno dei tanti organi di cui siamo dotati. D’altro canto se digeriamo male non possiamo ignorarlo e corriamo ai ripari subito. Bene lo stesso approccio va fatto con le malattie mentali.. Aspiriamo sempre al meglio per noi, perche’ la vita ed il corpo sono doni preziosi da preservare.