Oculus Rift è finalmente supportato anche da PC più economici

Al momento del lancio di Oculus Rift, a spaventare i suoi possibili acquirenti non era stato soltanto il prezzo del dispositivo stesso, ma anche le specifiche tecniche del computer necessario per godere dell’esperienza di realtà virtuale, che in pratica obbligavano chiunque non fosse già un appassionato di gaming all’acquisto di un PC di fascia alta.
Grazie all’implementazione dell’asynchronous spacewarp, feature annunciata da Oculus lo scorso mese, da adesso sarà però possibile utilizzare la realtà virtuale anche su computer dalle specifiche più accessibili. Questo metodo di rendering delle immagini permette infatti di arrivare a dimezzare il numero di fotogrammi riprodotti, alleggerendo il carico del PC al prezzo di qualche piccolo compromesso sull’esperienza visiva.
LEGGI ANCHE: Aperti gli ordini per Oculus Touch
Le nuove specifiche tecniche includono quindi:
Scheda grafica NVidia GTX 960 o equivalente (prima serviva una NVidia GTX 970)
Processore Intel i3 (prima era necessario almeno un i5)
Windows 8 (ma è Windows 10 a offrire il supporto migliore)
8 GB di RAM

Rimangono invece invariate le specifiche tecniche consigliate, con le quali l’asynchronous spacewarp non dovrebbe mai entrare in funzione, ma dato che Oculus stessa ha approvato un PC dal costo di 499 $ per l’utilizzo della propria periferica, si può finalmente dire che anche la realtà virtuale sta lentamente diventando accessibile a tutti, e non una prerogativa degli appassionati disposti a spendere cifre elevate.
L’articolo Oculus Rift è finalmente supportato anche da PC più economici sembra essere il primo su SmartWorld. Fonte: http://www.smartworld.it/informatica/oculus-rift-su-pc-economici.html